Visitare Milano: un itinerario in un giorno!

week_end_a_milano_architettura_0

Milano, Milano… la mia vita da adolescente l’ho vissuta nelle sue vie, nelle sue piazze. Da giovane studentessa di architettura ho esplorato la città alla ricerca di quella casa uscita su Domus, di quel riferimento perfetto per il progetto, di quel posto lì di cui si parlava a lezione… non temete, non intendo ripercorrere con nostalgia i primi anni universitari.

Ho deciso invece di fare una piccola guida per visitare Milano, cosa vedere, cosa fare, dove andare! Dove porto i miei amici quando vengono a visitare Milano? Dove mando le mie colleghe bloggers? Ecco qua.

PARTENDO DAL CENTRO CITTA’…

week_end_a_milano_architettura

Partiamo dai basics: piazza Duomo è un buon punto di partenza naturalmente imperdibile e luogo di incontri meneghini.

“Dove ci vediamo?” “In Duomo, davanti alla statua/al portone principale”

La fabbrica del Duomo è una vera istituzione per i milanesi. Da qualche tempo è anche possibile sostenere il progetto adottando una guglia! Consiglio una visita all’interno, dove l’imponenza delle colonne e degli spazi tra le navate vi faranno capire meglio di qualsiasi spiegazione perchè il Duomo è IL Duomo!

week_end_a_milano_architettura_2

Considero piazza Duomo un buon punto di partenza per gli spostamenti. Metro rossa e gialla, fermata Duomo ovviamente!

visitare_milano_maps

Lì vicino, in via Torino 17, c’è un piccolo capolavoro del Bramante, sconosciuto ai più! Si tratta della Chiesa di Santa Maria presso San Satiro.

La chiesa venne edificata nel 1482 ed è uno splendido esempio di come la pittura e la finzione prospettica possano risolvere grandi problemi. A causa dello spazio insufficiente del lotto era infatti impossibile realizzare una pianta a croce latina. Perciò il Bramante realizzò una finta fuga prospettica con l’uso di stucchi, facendo sembrare lungo uno spazio di appena 90 cm.

week_end_a_milano_architettura

Ha degli orari piuttosto restrittivi, perciò controllate prima che sia il giorno e l’ora giusta o farete un viaggio a vuoto! Metro rossa e gialla fermata Duomo e tram 2 e 3 sono i collegamenti principali.

visitare_milano_maps

Più avanti, di fronte a Piazza Scala, si trovano le Gallerie d’Italia di Piazza Scala, all’interno di Palazzo Anguissola e Palazzo Brentani.

Ci sono letteralmente sbattuta contro un caldo pomeriggio di qualche anno fa e da allora ci sono stata davvero spesso! Complice l’ingresso gratuito e la meravigliosa sezione dedicata ad uno dei miei artisti preferiti: Lucio Fontana. Qui si trova un’opera che da sempre ha stregato il mio cuore, “La luna a Venezia”. Un’opera del 1961 che appartiene al ciclo di 22 dipinti dedicati alla città di Venezia. (Sempre in mezzo Venezia quando si parla di me eh…)

week_end_a_milano_architettura_7

Le Gallerie sono parte del progetto Cultura di Intesa Sanpaolo. Qui sono esposte 197 opere dall’archivio di Cariplo e Intesa Sanpaolo nell’ottica di creare una rete culturale che promuova l’interesse artistico. Devo dire che il percorso, che va da Canova a Boccioni, riesce perfettamente nell’intento. Il palazzo stesso è un’opera molto sontuosa, realizzata nel 1775 dall’architetto Carlo Soave e perfetto esempio di architettura milanese neoclassica.

week_end_a_milano_architettura week_end_a_milano_architettura

Si possono raggiungere tramite la metro rossa o gialla fermata Duomo, metro gialla fermata Montenapoleone oppure tram 1 e 2visitare_milano_maps

…SI PASSA PER IL PARCO…

Uscendo dalle Gallerie siamo esattamente in Piazza Scala. Andando avanti potremmo quasi sicuramente imbatterci nel Castello Sforzesco. Se è una bella giornata mangiate un cono gelato e passeggiate nel parco, fino all’arco della pace. I laghetti, gli alberi, i viali rendono l’atmosfera rilassata ed armonica. Se invece piove potete rifugiarvi tra le mura del castello, dove hanno sede alcuni dei musei milanesi, tra i quali vi consiglio particolarmente il museo egizio e il museo degli strumenti musicali.

week_end_a_milano_architetturaweek_end_a_milano_architetturaweek_end_a_milano_architettura

Sempre con il tram 2 oppure con la metro rossa fermata Cairoli o Cordusio.

visitare_milano_maps

…E SI ARRIVA NELLA ZONA PIU’ GIOVANE

Un posto molto bello, specialmente dal mese prossimo in poi, è l’Orto Botanico di Brera. Sinceramente l’ho scoperto solo lo scorso anno in occasione del fuorisalone (strano, vero?), ma come tutte le location di sogno me ne sono innamorata. Che volete farci? Adoro i fiori, l’allure dei luoghi magici e sperduti, che sembrano sempre lontani dal mondo vero. Specialmente se, come questo, si trovano in pieno centro. Nello stesso palazzo si trovano anche la celeberrima Pinacoteca di Brera e il museo astronomico, due tappe che considero quasi obbligatorie per chi si trova in visita.

week_end_a_milano_architettura week_end_a_milano_architettura week_end_a_milano_architettura

Si trova in via Brera 28, raggiungibile con la metro verde fermata Lanza oppure la metro gialla fermata Montenapoleone.

visitare_milano_maps

A pochi passi dalla zona di Brera ci si imbatte in Piazza Gae Aulenti, una zona di recente costruzione. Qui hanno sede i grattacieli milanesi che arricchiscono lo skyline della città. Sono stati numerosi i dibattiti che riguardano questi edifici. Personalmente li apprezzo e trovo che costituiscano una novità necessaria al nuovo modo di vivere le città contemporanee. Per altri sono solo una banale imitazione di New York. Ma insomma, che li si ami o li si odi, questa visita “sa da fare”.

week_end_a_milano_architettura week_end_a_milano_architettura

Metro verde oppure passante fermata Garibaldi, altrimenti tram oppure filobus 37.

visitare_milano_maps

Il nostro giro è terminato e, fidatevi, non credo avrete molte energie! Spero di avervi dato idee e spunti a sufficienza, se avete richieste particolari scrivetemele qui sotto! E tenetevi pronti che per l’Expo il giro si rinnoverà sicuramente!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.