Tony Gallo e KennyRandom: la Padova street-art

Tony Gallo e KennyRandom: la Padova street-art

Tony Gallo

Ho una passione per gli street artist che usano sempre più arte figurativa sui muri delle città

Tony Gallo è uno street artist di origini padovane. Avvicinatosi alla pittura già piuttosto avanti con l’età e dopo un passato come musicista, si è formato in modo assolutamente autodidatta e ha iniziato a sperimentare.

Suoi tratti distintivi sono i colori sgargianti e le forme dinamiche e mai convenzionali: si distacca del tutto dal mondo reale con le sue creature, nate dalla fantasia e dalla capacità di inventare. L’artista infatti, usa una tecnica particolare di pittura, applicando alla bomboletta spray un prolungamento in modo tale da ottenere contorni  indefiniti ed evanescenti, quasi che i suoi personaggi vogliano confondersi e mimetizzarsi con la natura, pur mantenendo inalterati i loro sentimenti e valori umani.

Tony Gallo e KennyRandom: la Padova street-art

La foresta incantata in mostra allo SPAZIOTINDACI

L’artista ha avuto occasione di esporre presso lo SPAZIOTINDACI, con la mostra “Welcome to my forest”, dove si presentano uno per uno i suoi personaggi, quasi reali. SPAZIOTINDACI è un luogo dedicato alle esposizione d’arte, nato dalla ristrutturazione della storica pelletteria LARINASCITATINDACI, nel centro storico di Padova.

Abbiamo avuto occasione di intervistare Tony Gallo in merito alla sua mostra Welcome to my Forest

Tony Gallo e KennyRandom: la Padova street-art

La mostra ha un tema molto preciso, la foresta. C’è un grande mescolarsi di figure umane e animali e non ho potuto non riflettere sul concetto di “espressione del sé”  di cui oggi si parla molto. Cosa ti ha spinto a creare questi personaggi indefiniti?

È nato tutto da sé. Nel mio ultimo periodo ho iniziato a vestire i miei soggetti da animale, anche se in modo fantasioso, quindi ho pensato: “perché non mettere le mie creature nel loro habitat, quale è la foresta, e poi invitare la gente nel loro mondo!”

Durante la visita alla mostra abbiamo riconosciuto anche Tony Gallo stesso: un tutone a righe rosse e bianche e un grande becco. Lui è arrivato per primo o è un adattamento per sopravvivere nella sua foresta?

Per le mie creature il travestimento da animali è un modo per attirare l’attenzione, per sentirsi liberi nel proprio ambiente e la stessa cosa vale per me. L’idea del becco è venuta dopo una mia mostra precedente, intitolata “Pensavo di poter volare”. Adesso che anche io ho imparato a volare mi sono aggiunto il becco, per sentirmi sempre più vicino a loro.

Tony Gallo e KennyRandom: la Padova street-art

Come scegli un luogo da invadere con la tua arte, oltre alle tavole esposte alla mostra?

Chiedo sempre il permesso prima di invadere uno spazio! Se poi qualcuno decide di invitarmi a casa sua se mi fa piacere molto volentieri!

Come vivi il fatto che spesso le tue opere vengano coperte da scritte che di velleità artistica hanno ben poco?

Fa parte della vita suscitare invidia e antipatie. Io sono dell’idea che ci sia posto per tutti, sia per i luoghi dove lavorare, che per le scelte artistiche.

Poco tempo fa hai incontrato KennyRandom e vi siete uniti anche sul muro. Com’è stato l’incontro per te? 

Un bellissimo ritrovarsi non solo come amici, ma anche come artisti. Per me è stato un grande onore lavorare con un artista come lui!

Ti capita mai che qualcuno ti scriva sui social o ti dica dal vivo che vuole fare il writer? Cosa risponderesti ad una domanda del genere?

Consiglio la stessa cosa che consiglio a me stesso, anche se ho poco tempo per farlo: di disegnare tanto!

Tony Gallo e KennyRandom: la Padova street-art

KennyRandom

Un altro street artist veramente celebre, sempre di origine padovana, è Kenny Random. Il suo lavoro come writer inizia negli anni ’80 del secolo scorso, sui muri di Padova. Proprio nella sua città natale è possibile ammirare ancora oggi una lunga serie di suoi lavori, incastrati sui muri, sulle porte di edifici abbandonati e ritagli di muratura,  che sono diventati parte integrante della città.

Il suo stile si è evoluto pian piano, crescendo con lui: partendo da figure antropomorfe, passando per sagome stencil fino ad incorporare vari personaggi dei cartoni animati per dare maggiore espressività al messaggio veicolato.

E’ un uomo misterioso, che dipinge di notte e lascia i suoi messaggi al mondo, ma lo si può trovare anche sul suo sito e su diversi prodotti commerciali: tante sono le collaborazioni tra l’artista e alcune multinazionali.

Incuriositi? Potete visitare la mostra su Tony Gallo allo Spazio Tindaci fino al 30 Aprile 2016, ed è completamente gratuita. Fossi in voi, un salto lo farei!

Lascia un commento