Il tuo nuovo bagno: come condurre una ristrutturazione e quanto può costare

Il tuo nuovo bagno: come condurre una ristrutturazione e quanto può costare

Il momento è arrivato: dopo tanta indecisione, ripensamenti e dubbi, hai deciso di dare nuova vita al tuo bagno, una bella ristrutturazione che possa aumentare comfort ed estetica di questa stanza importantissima per il benessere della casa.

E tuttavia, basta muovere i primi passi in questa direzione che ecco sorgere una serie di problematiche e soprattutto moltissime scelte da fare: nella vasta gamma di materiali, forme, rivestimenti e modelli disponibili, ci si rende presto conto che l’impresa è meno banale di quel che sembra.

Il tuo nuovo bagno: come condurre una ristrutturazione e quanto può costare

Soprattutto, gli imprevisti sono all’ordine del giorno, tanto che spesso i lavori possono prendere più tempo e budget di quanto ci si aspetti.

Ecco dunque alcune semplici tips per avere un’idea più precisa sulla ristrutturazione del vostro bagno.

Condizioni del bagno preesistente: valutazione lavori

Una prima variabile da tenere in considerazione per valutare l’impegno (temporale ed economico) dei lavori, sono le condizioni della stanza da bagno: ha bisogno solo di rifiniture a livello estetico o ci sono interventi importanti a livello idraulico?

Se nel primo caso possono bastare un paio di giorni, infatti, nel secondo la durata dei lavori si fa più significativa, anche se è raro che si superi la settimana.

Il tuo nuovo bagno: come condurre una ristrutturazione e quanto può costare

Ad ogni modo, la ristrutturazione viene condotta in modo da ridurre al minimo il disagio degli abitanti della casa per il bagno inutilizzabile.

Ipotizzando la peggiore delle ipotesi, i lavori interesseranno in primo luogo pavimento e massetto per raggiungere le tubature e svolgere le necessarie operazioni sull’impianto idraulico, successivamente impianto elettrico (con relativa ristrutturazione di intonaco e piastrelle), posa del pavimento e dei sanitari e infine la tinteggiatura del bagno.

Il tuo nuovo bagno: come condurre una ristrutturazione e quanto può costare

Costi di ristrutturazione bagno: cosa mi aspetta?

Proprio per via della grande quantità di variabili in gioco, il preventivo per la ristrutturazione del bagno può variare di molto sia per l’entità dei lavori che per i materiali scelti.

La spesa media si aggira tra i 3500 e gli 8000 €, ma non c’è un vero e proprio limite superiore alla cifra da spendere, per soluzioni sempre più avanzate in termini di comfort e design.

In generale, a incidere sul costo della ristrutturazione sono le dimensioni del vano, il tipo di piastrelle scelte per pavimento e rivestimenti, materiale e modello dei sanitari, eventuali soluzioni o richieste personali.

Il tuo nuovo bagno: come condurre una ristrutturazione e quanto può costare

È importante mettere in conto possibili costi aggiuntivi dovuti all’insorgere di problematiche impreviste nel corso dei lavori, e creare quindi un preventivo il più accurato possibile.

Idee e consigli per la ristrutturazione: comodità e soluzioni alternative

Una attenta pianificazione è essenziale per garantire un buon andamento dei lavori. Da questo punto di vista, si raccomanda di individuare al più presto i sanitari di vostra scelta, in modo da assicurarne la reperibilità al momento dei lavori: in questa scelta considerate anche la comodità di utilizzo, come può essere per i sanitari sospesi, che agevolano le operazioni di pulizia.

Altra scelta fondamentale è tra vasca e doccia: al gusto personale, vanno aggiunte anche valutazioni in termini di budget e di dimensioni del bagno, e un buon compromesso possono essere soluzioni ibride.

Se si vogliono abbattere un po’ i costi, si può infine pensare di non sostituire le piastrelle, ma limitarsi a impiantarne un nuovo strato che copra le vecchie, a costo di perdere qualche centimetro nelle misure della stanza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.