Il modo intelligente per riciclare i regali di Natale!

Il modo intelligente per riciclare i regali di Natale!
 I giornali parlano di questo come un Natale ‘risparmioso’, e il 36% degli italiani è pronto a riciclare i regali di Natale sul web. Più a rischio capi di abbigliamento, prodotti per la casa, tecnologia…

Pare sia stato il Natale peggiore degli ultimi 10 anni, un italiano su tre ha già dato il via all’operazione riciclo dei regali. La tendenza a riciclare i regali è più diffusa tra i giovani, che utilizzano Internet…
Oramai ci sono siti sui quali fare scambi o vendere i regali poco apprezzati. Ma se volessimo tenerli e riregalarli? E’ logico che non potremmo mai riciclare un regalo per una persona importante. Ma per tutti gli altri , con buonsenso è possibile unire una spesa contenuta e un risultato soddisfacente per tutti. Ecco le regole con le quali non potrete sbagliare!

Importante: tutto deve essere nuovo, perfettamente impacchettato nella confezione originale e soprattutto NON usato! Cerchiamo di compiere un “delitto perfetto”.

1. Ricordarsi chi ci ha regalato cosa
Un errore da dilettanti e una figuraccia assicurata per chi non segue questa prima fondamentale regola! Innanzi tutto è necessario ricordarci chi ci ha fatto il regalo che vogliamo riciclare, per non farglielo trovare sotto l’albero il prossimo anno… 
Fatevi queste semplici domande:

  • Chi me lo ha regalato?
  • Chi c’era quando l’ho aperto?
  • A chi posso regalarlo? (Compleanno? Prossimo Natale? Onomastico?)
  • Questa persona conosce chi me lo ha regalato?
  • Può venire a conoscenza del riciclo? (occhio a Facebook che potrebbe tradirvi con una bella foto)

 2. Scegliere il destinatario
Non è detto che il regalo di cui vogliamo disfarci sia necessariamente una ciofeca, il fatto è che magari non ci piace così tanto, magari è una cosa a cui possiamo rinunciare e magari un modo per non mettere sempre mano al portafoglio che con questa crisi ne risente di certo!
A chi posso regalarlo? Beh qui è necessario scandagliare gli amici e i parenti in modo puntuale, ovviamente escludendo gli interessati come avete letto poco fa. Cercate di trovare una persona a cui quel regalo può piacere davvero e che sia compatibile con la taglia e l’utilizzo!

3. Fare il pacchetto
Allora già stiamo riciclando un regalo… il pacchetto deve essere impeccabile, di quelli belli da negozio. Anche se non avete il logo impresso sulla carta va bene comunque ma attenzione a non fare un pacco arrabattandovi, è molto importante. In questo caso l’abito fa anche il monaco!

4. La consegna
Punto cruciale, mi raccomando niente facce sospette, niente indugi e niente dico niente e aggiungo anche mai, dilungarsi su dove/come/quando avete comprato quel regalo. Se qualcun altro vi chiede, ma che bello dove lo hai preso restate sul vago, rispondete un semplice “arriva da un negozietto in centro, non ricordo il nome” oppure “l’ho visto al centro commerciale è davvero fornito“… insomma nulla che possa cogliervi impreparati mi raccomando!

In fondo l’importante è che chi lo riceve ne sia felice… e anche se lo dicesse ma non lo fosse… si tornerebbe al punto n.1!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.