Pulizie di casa: consigli per pavimenti, piastrelle, fornelli

Consigli utili per mantenere la cucina in ordine e far durare i vostri mobili

Fare le pulizie di casa sembra semplice, in fondo si fanno da centinaia di anni… nonne e bisnonne avevano il loro metodo e ogni tanto i rimedi della nonna sono ancora attuali. La cucina è una della parti più sfruttate della casa e certamente anche quella che necessita di più manutenzione. La cucina richiede una pulizia quotidiana e anche se siamo di corsa dovremmo tenere in ordine tavolo, fornelli e lavello.

Qui di seguito tutti i rimedi per pavimenti, piastrelle e fornelli o piastre.

PAVIMENTI E PIASTRELLE
Lavare i pavimenti e le piastrelle della cucina con acqua e ammoniaca (2/3 cucchiai per litro), per far splendere il vostro pavimento basta aggiungere qualche goccia di brillantante da lavastoviglie e il gioco è fatto!

MOBILI
Lucidare le parti cromate con un panno morbido o al massimo potete usare alcol denaturato sempre con panno morbido oppure carta di giornale. L’interno dei mobili vale la pena pulirlo ogni 6 mesi, evitando detersivi e prodotti tossici o profumati, sia per preservare il mobile sia per odori che possono permanere a lungo. L’ideale è una soluzione di acqua e aceto (1 cucchiaio per litro) passatelo con una spugnetta e poi asciugate bene. Per i mobili in formica meglio usare acqua e ammoniaca e asciugare subito con un panno di daino.

FORNELLI / PIASTRE
Le parti smontabili dei fornelli io le metto direttamente in lavastoviglie così è un lavoro in meno e una pulizia ottima. Su parti incrostate a mollo in acqua calda, per togliere le macchie basta un bagno in acqua calda e aceto per una mezz’oretta, oppure se volete strofinare usate paglietta fine e mezzo limone. Le piastre elettriche vanno igienizzate con acqua e soda: strofinate, sciacquate, asciugate. Per le piastre in vetroresina basta passare una spugnetta umida quando sono ancora tiepide, mi raccomando niente di abrasivo!!!Un accorgimento per il LAVELLO se ci sono calcare o ruggine strofinate mezzo limone, lasciate agire qualche minuto e se ancora servisse strofinate i punti più difficili con un vecchio spazzolino.

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.