Florence design week 2015: c’è garbata parecchio! Vol. 2

finetodesign_firenze

Si è conclusa la VI edizione della Florence Design Week, forse avrete già letto il precedente post “Weekend con il Design alla Florence Design Week”, bene, ora possiamo tirare le somme: c’è garbata! O meglio ‘We Loved it so much!’ Meglio dirlo in inglese perché il 90%  degli artisti e designer che hanno partecipato sono stranieri, per la maggior parte donne: alcuni trasferitosi a Firenze, altri solo di passaggio e tutti con esperienze formative e di lavoro tra l’Italia e il mondo.

Molte iniziative di questa edizione della Florence Design Week sono state organizzate da Creative People in Florence, una comunità internazionale di artisti, nata dalla collaborazione fra due artiste americane Sara Amrhein e Anna Rose, con lo scopo di incoraggiare la collaborazione, promuovere i progetti dei propri membri, e ravvivare le arti contemporanee a Firenze.

Tra gli eventi del weekend ci sono stati Italian Austerity dell’artista di gioielli Cadia Romano di Oficinadiecipercento che ha trattato il tema dell’apparenza presentando una collezione di gioielli che ‘sembrano veri ma non lo sono‘, riproduzioni non in scala di sfarzosi gioielli riproposti in versione casual.
Con lei l’artista americana Anna Rose ha interpretato il tema del ‘sembra ma non è‘ con delle installazioni composte da capelli (finti), come una parete di chiome bionde o vestiti che all’apparenza non lo sembrano…

finetodesign_design week_anna rose

L’artista Anna Rose

finetodesign_design week_cadia romano

Officinediecipercento

Non ci siamo fatte mancare nemmeno il momento fashion con l’appuntamento al Fashion Show nell’atelier di Sara Amrhein in Via di Mezzo a Firenze. Un connubio di moda, design e arti visuali in cui hanno collaborato stilisti, artisti di gioielli, grafici e web designer. Un clima amichevole e allegro dove tra  video,  gioielli,  foto e un bicchiere di prosecco non si potevano non notare gli abiti della fashion designer Florien Becking.

Finetodesign_design week_sara

Hybrid:Ibrido il tema dell’esposizione a La Corte Arte Contemporanea in Santo Spirito, dove 5 artisti provenienti da tutto il mondo collaborando hanno rappresentato una miscelatura di provenienze culturali, all’interno di una nuova realtà ibrida. In questa occasione hanno messo in risalto il ruolo fondamentale della diversità e della collaborazione nella città contemporanea.

finetodesign_design week_installazioni

Anna Rose _ David Hartono

finetodesign_design week_s spirito

Beatrice Mancini _ Erin Ciulla

 

1 Comment

Lascia un commento