Arnie 2.0: design per l’apicoltura moderna

Arnie 2.0: design per l'apicoltura moderna

In questo periodo di grandi cambiamenti climatici, e non solo, dove si sottolinea sempre più l’importanza delle api e della loro sopravvivenza in questo mondo, il design incontra l’apicoltura ed arrivano nuove arnie 2.0, casette per le api, da campagna e da città.

Le api sono figure importantissime per l’ecosistema, svolgono un ruolo insostituibile nell’impollinazione e producono il miele, non per niente detto il Nettare degli Dei.
La presenza di questi piccoli insetti è inoltre un indicatore biologico della qualità dell’ambiente e la loro scarsa presenza dovrebbe farci riflettere.  Negli ultimi 10 anni le api, da sempre emblema dell’operosità, stanno subendo danni in maniera ogni giorno crescente e la conseguenza è la loro lenta sparizione.
Quello delle api è un mondo a cui ancora molti fanno fatica ad avvicinarsi: chi intimorito da possibili punture, chi disinteressato, chi vede le api come esseri piccoli e poco importanti e non tutti ne apprezzano il vero valore. L’apicoltore oggi è una figura speciale, che guardiamo da lontano, con la tuta protettiva vicino alle arnie, intento a curare le api ed a proteggerle perché vivano sane e producano del buon miele.

finetodesign 6

Da questi ed altri ragionamenti intorno alle api ed alla situazione attuale è nato il progetto di Bubble BeeHive, un’arnia 2.0 dal design nuovo e funzionale. Bubble BeeHive vuole dare un tocco di modernità formale alle casette delle api tradizionali, le arnie, per cercare di attirare l’attenzione su questo mondo anche di coloro che al gusto estetico ci tengono. Il progetto Bubble BeeHive è nato in ambito universitario all‘Accademia delle Belle Arti (LABA) a Brescia. Iniziato come sfida tra professore e studenti, il progetto è stato poi portato avanti in una tesi da cui è diventato realtà, trascinando gli studenti nel mondo dell’apicoltura. Dopo il primo prototipo studiato in opera insieme all’Associazione degli apicoltori di Brescia è stata ridefinita un’arnia funzionale al 100% e dall’aspetto moderno rispetto alle tradizionali arnie.

finetodesign 4
Bubble BeeHive è un’arnia urbana, una casetta delle api sicura che ricrea un habitat ideale. Incontro, speriamo vincente e che prosegua nel futuro, tra apicoltura e design, un’arnia unica nel suo genere appositamente progettata per permettere di tenere le api in città , nel  giardino, terrazzo o tetto, oppure semplicemente in campagna. Bubble BeeHive è realizzata in PE ad uso alimentare tramite stampaggio rotazionale. Questo permette di avere una parete interna ed una esterna favorendo una temperatura interna ottimale tutto l’anno.
Il design esclusivo permette di avere una forma organica, non solo esterna ma anche interna, tornando alle forme naturali che le api prediligono in natura.
Un progetto in cui tradizione ed innovazione si incontrano e rendono l’apicoltura a portata di tutti.
Dal punto di vista funzionale, Bubble BeeHive ha tutte le caratteristiche di un’arnia tradizionale: non mancano il nido, la parte in cui viene inserita la colonia di api con l’ape regina, e il melario, considerato come un magazzino di deposito per il miele in eccesso dal quale  si ricava il nostro miele, quello in più che non serve alla sopravvivenza dell’alveare. Ci sono anche gli altri elementi come: rete escludiregina, rete antivarroa, cassetto per il controllo.

finetodesign 5

Nella mitologia greca le api erano considerate messaggere delle Muse per la loro sensibilità ai suoni e sono sempre state guardate con rispetto e venerazione. Il regno delle api ha una struttura matriarcale, ogni alveare è governato da un’ape regina, ed  al suo interno ogni ape ha una mansione precisa. Ho scoperto che non mancano all’appello, tra le api operaie, le api architetto, quelle che hanno il compito di costruire i favi con la cera e formano con i loro corpi una specie di impalcatura che serve da guida per la costruzione dei favi.
La sopravvivenza delle api però non dipende solo dalle arnie in cui le ospitiamo ma dall’ambiente naturale che le circonda e dalla salubrità di questo, loro purtroppo sono tra le prime specie a risentire di questo nostro poco interesse verso l’ambiente. E che sia campagna o che sia città, dovremmo solo essere felici di condividere dello spazio con loro.

Per imparare a conoscerle dobbiamo iniziare ad osservarle da vicino, e quale modo migliore se non iniziare con una piccola arnia urbana e poter dire: questo miele è delle mie api?

finetodesign3

Lascia un commento