Le più belle carte da parati: vintage o floreale? La tendenza 2018 è jungle!

Le più belle carte da parati: vintage o floreale? La tendenza 2018 è jungle!

Ci sono molte reticenze nei confronti delle carte da parati. Se hai dei dubbi o stai cercando la carta da parati perfetta per le tue esigenze leggi questo post.

Ti racconterò come iniziare a cercare la carta da parati giusta in base al tuo obiettivo (ristrutturazione o rinnovo ambiente esistente) e poi ti proporrò alcuni esempi del trend 2018 e come adattarli ai vari ambienti.

Quando parlo di carta da parati mi guardano di sottecchi, come se fossi un’anziana signora che rivive tempi andati. Ragazzi, le carte da parati si sono rinnovate (dai un’occhiata sotto).

Non sono quelle che vedevi a casa della nonna: materiali, forme e metodi di applicazione hanno assunto conformazioni del tutto nuove. Guarda come sono eleganti queste qui sotto ad esempio.

Le ultime tedenze 2018 urlano jungle. Lo si vede anche nella moda, attraverso le passerelle è arrivata fino a noi questa tendenza fatta di foglie, piante, pappagalli e fiori.

Nulla di totalmente nuovo in realtà, uno stile vintage dal retrogusto inglese coloniale (e gli inglesi di carte da parati se ne intendono parecchio).

Di recente ho consigliato una carta da parati con pappagalli e piante ad una coppia per la loro nuova camera da letto. Ma attenzione, non ci sono regole! Se abbinate con gusto e stile tutte le carte da parati possono essere adatte ad ogni ambiente della casa, bagno compreso!

Qualunque sia il tuo stile (dal floreale al geometrico) alcuni consigli su come cercare la carta da parati perfetta per la tua casa.

La prima cosa da capire è se ti trovi in fase di ristrutturazione, oppure hai già l’arredamento e il tuo obiettivo è rinnovare lo stile della tua casa (a prescindere dalla stanza nella quale vorresti la carta da parati).

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Se stai ristrutturando e devi scegliere

Se la tua casa è una tela bianca sulla quale puoi dipingere liberamente, ti consiglio di partire proprio dalla scelta della carta da parati per creare il tuo ambiente. Se però il pavimento è già posato, attenzione a tenerlo in assoluta considerazione, è parte fondamentale dell’effetto finale.

Le più belle carte da parati: vintage o floreale? La tendenza 2018 è jungle!

Una volta individuato lo stile o la carta da parati che ti interessa, potrai semplicemente utilizzare un programma di editing di immagini (non serve per forza Photoshop) per estrarre i colori predominanti nella carta da parati che hai scelto (consiglio massimo 3 colori oltre al bianco/nero di base).

A questo punto, dovrai utilizzare gli stessi colori per arredare con mobili, tessuti e complementi d’arredo.

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Se hai già l’arredamento ma vuoi rinnovare casa

Se il tuo scopo è quello di rinnovare casa senza stravolgere completamente lo stile che avevi creato oppure dovendo per forza tenere alcuni pezzi di arredamento per questione di budget. Ebbene, puoi partire dagli elementi che ti piacciono o che terresti.

Le più belle carte da parati: vintage o floreale? La tendenza 2018 è jungle!

Siediti nella stanza che devi rinnovare e osservala bene. Non farti sfuggire in particolare linee e colori. Per cercare una carta da parati adatta ci vorrà un pochino di tempo.

Quello che posso consigliarti è di scegliere un sito di carte da parati on-line, che ti permetta di stampare o ottenere un campione della carta da parati che desideri.

In questo modo, potrai provare più fantasie e vedere quale potrebbe essere il risultato è semplicemente appoggiandolo il foglio al muro, o accostandolo agli altri elementi d’arredo.

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Ora che sai come sceglierla in base al tuo punto di partenza, qualche informazione sullo stile che sta spopolando nel 2018.

Il trend 2018 è la carta da parati jungle – vintage (ma anche un pò floreale)

Come mai ho usato tutte queste definizioni? Perchè la corrente che si è diffusa come trend in questo 2018 non ha confini ben delineati e ognuno come sempre la interpreta secondo suo gusto.

Ora, vorrei mostrarti qualche esempio di carta da parati di design con abbinamenti alle stanze. Fermo restando che come detto sopra, non ci sono limitazioni. L’ispirazione è tutto!

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Questa carta da parati è un tappeto di foglie. La utilizzerei per creare un angolo lettura all’interno del salotto. Inserirei una poltrona comoda e anche qualche pianta vera, per creare una zona relax perfetta per la lettura.

Sarà la vostra piccola “serra” anche nei mesi invernali, quando di verde se ne vede poco. Mi raccomando una o massimo due pareti. Ci sono più varianti colore, una l’avete vista in una foto sopra in versione giallo-viola.

Foto: cartadaparatideglianni70.com

La foto la riprende come protagonista in un ingresso, però io guardandola la metterei in cucina. Una di quelle cucine bianche magari in stile shabby chic.

Essendo leggera è adatta anche a ricoprire tutta la stanza, inoltre una parete sarà comunque occupata dalla cucina.

Questa carta da parati riprende moltissimo i libri antichi ove si soleva raffigurare a mano tutte le tipologie di piante. Trovo quindi che sarebbe perfetta in una cucina nella quale gli ortaggi siano esposti in alcune cassette di legno, disposte ordinatamente su una credenza bassa.

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Questa versione jungle tende molto al decorativismo floreale tipico di inizio Novecento. Perfetta abbinata a mobili antichi, cassettoni, bauli e casseforti.

Potrebbe essere sia un salotto, sia una camera degli ospiti con un divano letto. Come si vede anche in questa foto, le carte da parati sono sempre abbinate agli elementi di arredo.

In questo caso i colori estratti sono: blu, verde e azzurro. L’elemento legno scuro si sposa perfettamente con l’aspetto retrò.

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Siamo arrivati nella zona notte. Questa carta da parati con fondo scuro e foglie è perfetta come fondale per il vostro sonno.

La applicherei solo alla parete del letto e utilizzerei elementi in legno chiaro e bianchi a contrasto. Bene anche tessuti in verde chiaro in particolare cuscini e tende.

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Questa particolare carta da parati è così delicata da essere inserita senza alcun problema anche in un bagno. Se elementi come vasca, doccia, lavandino e sanitari sono disposti tutti su una parete.

La soluzione perfetta è sfruttare la parete opposta con questa carta da parati e un mobile da appoggio come quello in foto.

Foto: cartadaparatideglianni70.com

Cosa piace a me? Io sono appassionata di vintage, in particolare floreale e se volessimo andare ancora più nello specifico Art Nouveau!

Approfondimento: Lo stile Art Nouveau era noto in Italia anche come stile floreale o stile Liberty, fu un movimento artistico (ma anche architettonico e delle arti applicate) a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento.

In foto sopra, la carta da parati che ho scelto per il mio ingresso.

Le più belle carte da parati: vintage o floreale? La tendenza 2018 è jungle!

Se hai bisogno di un consiglio per scegliere la carta da parati, scrivici o lascia un commento qui sotto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.