Tacco 12! La moda è architettura

Finetodesign_tacco12

Se gli architetti si mettessero a disegnare scarpe, come sarebbero?

Questa domanda ha già una risposta. Molti architetti del panorama mondiale si stanno cimentando già da un paio d’anni in questa avventura, per scelta o per caso.
Modelli di calzature (tacco 12) “d’architetto” compaiono sia in collezioni di famosi brand sia tra i nuovi designer, una ricerca tra presente e passato per ridisegnare i confini tra architettura e moda, discipline forse non così lontane. Coco Chanel diceva:

La moda è architettura: è tutto questione di proporzioni.

Mojito di Julian Hakes

Julian Hakes, architetto e designer con sede a Londra ed Hong Kong, ha da qualche anno incentrato la sua carriera nel campo della moda, sulle scarpe in particolare. Il modello Mojito, una rivisitazione del famoso tacco 12, prende il nome dal ricciolo che si ottiene tagliando il lime a cui si è inspirato nella forma. La scarpa è composta da un pezzo unico di fibra di carbonio, stampato con la tecnica 3D, ricoperta di gomma e di pelle. Mojito è decisamente una scarpa appariscente, per dire comoda dovrei prima provarla, un’unica spirale dalla caviglia fino alla punta del piede, totalmente priva di plantare. Le collezioni di scarpe Mojito  di Hakes hanno ricevuto il premio Drapers dedicato al “migliore progettista di calzature 2012

Tacco 12! La moda è architettura...

 

Zaha Hadid per Melissa

La collaborazione del fashion brand brasiliano Melissa e Zaha Hadid, architetto britannico, nel campo della moda è ormai un binomio vincente.

Melissa è un brand specializzato in scarpe in gomma (tacco 12) ed il design di Zaha enfatizza il materiale con forme avvolgenti ed appariscenti allo stesso tempo.

Anche in questo caso la modellazione computerizzata delle forme è poi stata resa reale dalla stampa in 3D. Nel design delle scarpe ricompare la fluidità e l’organicità delle forme che contraddistinguono Zaha Hadid nel panorama architettonico. Curve sinuose, quasi scultoree, avvolgenti e morbide.

Tacco 12! La moda è architettura...Zaha Hadid

Flames invece è un modello realizzato in occasione del Design Week Festival quando Rem D Koolhaas, fondatore del marchio di calzature Hi-Tech United Nude nonché nipote del famoso architetto, ha coinvolto architetti e designer nell’evento “Re-Inventing Shoes” mettendoli alla prova con la stampa 3D nella realizzazione di modelli da creare in meno di 24 ore. Questo in basso è Flames, il modello realizzato per l’ccasione da Zaha Hadid, per gli spiriti più impavidi!

Tacco 12! La moda è architettura...Rem D Koolhaas

Ben Van Berkel e la stampa 3D

Ben Van Berkel è il fondatore di UNStudio insieme a Caroline Bos, con sedi ad Amsterdam e Shanghai. Architetto di professione ha partecipato a “Re-Inventing Shoes” proponendo una scarpa monumentale tacco 12 realizzata in gomma grazie alla stampa 3D.  Unx2 è una rivisitazione architettonica della comune zeppa oppure un nuovo tacco 12, dove il tacco però non c’è. Obiettivo di United Nude e Rem D Koolhaas: dimostrare che si possono creare scarpe-scultura funzionali e di qualità, sfruttando le nuove tecnologie. Sul fatto che siano scarpe-scultura non abbiamo dubbi!

Tacco 12! La moda è architettura...Ben Van Berkel

Pure di Jean Nouvel

Scendiamo dai tacchi e mettiamoci comodi con le scarpe realizzate da Jean Nouvel per il marchio italiano Ruco Line e presentate per la prima volta alla Design Week del 2013. Riassumono l’idea di scarpa nella sua forma più pura, realizzate in pelle e gomma, una sneaker unica nel suo genere ma che non si discosta troppo dall’idea di scarpa in tutto e per tutto. Leggerezza e purezza delle forme rendono la scarpa versatile, ma allo stesso tempo ricercata. Ogni modello prodotto è dotato di codice ID specifico, come simbolo del rifiuto dell’omologazione e standardizzazione, per rendere ogni scarpa unica.

Tacco 12! La moda è architettura...Jean Nouvel

Santiago Calatrava nelle scarpe di Tea Petrovic

L’architettura, o meglio le forme esagerate e gli equilibri al limite del possibile, di Santiago Calatrava hanno ispirato le scarpe all’ avanguardia di Tea Petrovic.  La scarpa nasce da un progetto di laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Sarajevo con l’intenzione di dare una forma scultorea e architettonica alla scarpa. Il risultato? Sicuramente di forte effetto!

Tacco 12! La moda è architettura...Santiago Calatrava

Nike e Louis Kahn

Nike si è invece ispirata al soffitto della galleria d’arte della Yale University dell’architetto Louis Kahn per un modello tacco 12 di sneakers total black. La scarpa ha una tassellatura monoedrica, nera con sfumature color ossidiana. Il modello giusto, sportivo e casual, che sicuramente piace ad architetti e non.

Tacco 12! La moda è architettura...Louis Kahn

 

Lascia un commento