Come diventare designer di gioielli? Intervista a Cynthia Vilchez alias Aliita

intervista aliita falconeri unique people

Se il tuo sogno è quello di diventare designer di gioielli, con i nostri consigli e l’intervista di Cynthia troverai sicuramente la tua strada nel mondo del jewelry design.

Servono creatività e passione per l’arte orafa. Cynthia Vilchez, qui sotto protagonista nella video-intervista di Falconeri per la campagna Falconeri Unique People, sa bene che questa particolare professione non è molto semplice. Richiede tanto impegno, precisione e una certa pratica nel maneggiare gli attrezzi del mestiere.

Se è proprio ciò che stavate cercando, e vorreste realizzare a mano dei gioielli, dovreste sapere che è importantissimo seguire il processo di creazione dal concept alla realizzazione del singolo manufatto.

Per questo mestiere, è preferibile ma non strettamente necessario, aver frequentato il liceo artistico. Oppure un post-diploma in atenei come l’Accademia di belle arti, IED (come Cynthia) o corsi specifici di oreficeria artistica.

Ma vediamo in dettaglio l’esperienza di una designer del gioiello e la nascita della sua impresa.

Aliita è un marchio di gioielli adorabile. Elegante, minimalista e divertente. Il nome del marchio significa “oggetto importante” in Wayuu, lingua nativa di Guajiros. Il nome ripercorre le origini antiche degli indigeni le cui terre ancestrali si trovano a Zulia in Venezuela, dove Cynthia Vilchez è cresciuta.

Nonostante le origini straniere della sua fondatrice, Aliita presenta collezioni made in Italy con un’interessante selezione di pietre naturali e forme ironico-iconiche. È un concetto di stile di vita semplice, di una bellezza senza tempo.

Lei, è passata in breve tempo da designer di gioielli emergente a marchio con uno stile riconoscibile e apprezzato. Ecco l’intervista.

Cynthia, chi è Aliita in 3 parole?

Femminilità, ironia ed eleganza.

Come sei riuscita a diventare una designer di gioielli?

Ho studiato in realtà fashion marketing allo IED, ma il design di gioielli è stata da sempre una mia passione.

Qual è la tua fonte di ispirazione?

Non ho una fonte precisa, posso prendere ispirazione da  in viaggio, una canzone o da un libro che leggo la sera con i miei figli.

Come vedi la figura della donna nel mondo del design?

Sono felice che sia sempre più presente, sento che la donna sia più ascoltata. Questo è un grande passo.

Ti senti più “stilista” o “artigiana”?

Mi sento più vicina alla direzione creativa.

Come dovrebbe essere la tua casa ideale?

Mi piace tanto l’interior design. In questo momento, forse perché andrò ai Caraibi, mi piacerebbe una casa coloniale a Cartagena.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

Il lavoro con Aliita diventa sempre più ambizioso. Abbiamo un programma apertura di negozi in Giappone e altri progetto “segreti”.

Le sue creazioni sono molto vicine al mondo della moda. La prima volta che ho visto i suoi pendenti, sono rimasta colpita dall’incredibile capacità seduttiva di forme così semplici e allo stesso tempo creative.

Studiando riuscirete ad imparare le tecniche di incastonatura dei brillanti per i gioielli preziosi, e con un tirocinio in un laboratorio orafo affermato, potrete impegnarvi nella ricerca, approfondire i diversi metodi di lavorazione e costruire da zero i vostri capolavori.

Per diventare designer di gioielli però, è molto importante “avere carattere“, essere Unique People. Possedere competenze ed amore per il “bello” serve, ma per avere stile dovete avere qualcosa da dire.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.