HiCan, il letto smart che ci collega al mondo

letto di lusso

I dispositivi smart fanno parte ormai da anni delle nostre vite. Interagiamo con il mondo attraverso smartphone che portiamo in tasca, smart watch che portiamo ai polsi, o smart TV che teniamo nel salotto.

Tuttavia, mai nessuno ci aveva proposto uno smart device ideato per starci sopra. Nessuno almeno fino a quando non ci hanno pensato i ragazzi di Hi-Interiors, che hanno ideato HiCan, il primo smart bed di sempre.

HiCan, il letto smart che ci collega al mondo

Si tratta di un letto a baldacchino matrimoniale dotato di una quantità di caratteristiche di connettività mai viste finora. HiCan, recita il sito della compagnia, punta a “offrire ai proprietari nuovi scenari a letto, superando i confini tradizionali dell’arredamento”.

Ma quali sono gli strumenti con cui HiCan propone agli utenti questi nuovi scenari? Il letto punta principalmente su due aspetti: il miglioramento della qualità del sonno e l’intrattenimento degli utenti.

HiCan, il letto smart che ci collega al mondo

Dal punto di vista della salute e del benessere, HiCan si prende cura di noi tramite sensori ambientali, luci e reti regolabili e addirittura un emettitore di fragranze. Le funzioni di wellness si occupano degli utenti facendoli ad esempio smettere di russare, o svegliandoli al momento giusto in base alla qualità del sonno. Il tutto senza la necessità di indossare alcuno strumento da collegare al letto.

Il principale punto di forza dell’aspetto intrattenimento è invece il proiettore HD 4K con schermo motorizzato a 70 pollici, che scende ai piedi del letto. Luci ambientali e da lettura regolabili e un impianto audio con speaker nascosti nel telaio completano il tutto.

HiCan, il letto smart che ci collega al mondo

Ovviamente esiste un’app per smartphone ideata per controllare ogni singola funzione del letto, dai risultati del monitoraggio del sonno alle tende oscuranti. Il risultato, per dirlo con le parole del sito, è “un rifugio personale dove godere di un nuovo concetto di lifestyle e comfort”. HiCan è inoltre collegabile a tutti gli altri dispositivi smart di casa, grazie all’uso di protocolli di connessione standard.

HiCan, acronimo di High fidelity Canopy, è stato progettato non solo per l’utilizzo in casa, ma anche negli alberghi o su yacht. Il sito afferma che può essere installato anche negli angoli riposo in ufficio o negli aeroporti, un po’ come lo Sleepbox 01.

HiCan, il letto smart che ci collega al mondo

HiCan, progettato dal designer Edoardo Carlino, sembra quindi indicare la via per il futuro del benessere e dell’intrattenimento in camera da letto. Essendo però uno strumento pionieristico e con materiali piuttosto ricercati, non ha ancora un costo abbordabile per tutti.

La configurazione base di HiCan, senza sistema intrattenimento, parte infatti da un prezzo di 36.000 euro. Ma per un letto iper-tecnologico con interni in legno ed esterni in Adamantx, nuovo materiale ideato in Italia, può essere anche comprensibile.

Chi non fosse spaventato dalla cifra e volesse mettere le mani su HiCan, può configurarlo e ordinarlo sul sito. Tra le opzioni disponibili è possibile scegliere fra tre misure di materasso, il colore della parte esterna e i materiali degli interni.

Terminato l’ordine, il letto verrà preparato entro 90 giorni e, una volta costruito, verrà consegnato entro una settimana se ci si trova in Europa. Per ordini extra-europei, il tempo di consegna passa a un mese. Magari non sarà economico, ma HiCan è certamente un faro che indica la via verso un futuro in cui potremo riposare meglio in modo smart.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.